Su
Giu
Primo Piano

TERREMOTO IN ITALIA CENTRALE

(foto Ansa)

In conseguenza al sisma che ha colpito il centro Italia, la Presidenza della CEI dispone l’immediato stanziamento di 1 milione di euro dai fondi dell’otto per mille per far fronte alle prime urgenze e ai bisogni essenziali.

 

La Chiesa che è in Italia si raccoglie in preghiera per tutte le vittime ed esprime fraterna vicinanza alle popolazioni coinvolte in questo drammatico evento.

La Presidenza della CEI ha indetto una COLLETTA NAZIONALE, da tenersi in tutte le Chiese italiane il 18 settembre 2016, in concomitanza con il 26° Congresso Eucaristico Nazionale, come frutto della carità che da esso deriva e di partecipazione di tutti ai bisogni concreti delle popolazioni colpite. 

«Un segno concreto – ha sottolineato don Francesco Soddu, direttore di Caritas Italiana – di comunione e di vicinanza delle Chiese che sono in Italia a quanti sono stati colpiti da questa tragedia».

 

La Chiesa piacentina si affianca al Papa esprimendo il proprio dolore e la propria vicinanza a quanti stanno soffrendo a causa del terremoto che ha colpito l’Italia Centrale ed in particolare le province di Rieti, Ascoli Piceno, di Perugia e di Fermo.

In risposta all’invito dei vescovi italiani alle “diocesi, la rete delle parrocchie, gli istituti religiosi e le aggregazioni laicali, ad alleviare le difficili condizioni in cui le persone sono costrette a vivere», la Caritas diocesana di Piacenza-Bobbio rilancia l’appello alla solidarietà, promuovendo una RACCOLTA FONDI che verranno messi a disposizione di Caritas Italiana per la fase immediatamente successiva all’emergenza.

 

Inoltre si comunica che:

  • Non sono previste raccolte di viveri, vestiario, suppellettili ecc. o altro materiale. Se le diocesi esprimeranno dei bisogni particolari, essi saranno comunicati tempestivamente.

 

  • Relativamente alla disponibilità manifestata da numerosi volontari (singoli o organizzati) per recarsi nei territori colpiti, si fa presente come in questo momento sarebbero di intralcio all’operato di coloro che stanno ancora lavorando alla ricerca dei dispersi e nel recupero delle vittime. Le disponibibilità verranno comunque acquisite, per eventuali successive attività di accompagnamento a medio-lungo termine delle comunità.

 

Per sostenere gli interventi a favore della popolazione colpita dal sisma si possono utilizzare le seguenti modalità:


• versamento diretto presso gli uffici della Caritas diocesana in via Giordani, 21 a Piacenza dalle ore 9 alle 12 dal lunedì al venerdì


• C/C bancario tramite Banca di Piacenza intestato a Fondazione Caritas Diocesana (causale “SISMA ITALIA CENTRALE”) - Iban: IT61 A 05156 12600 CC0000032157

 

Offerte sono possibili anche on line sul sito di Caritas Italiana (www.caritas.it)